Da fregio a fibbia

Tutte i Fregi e le Coccarde, Civili o Militari, dell'URSS
Rispondi
Avatar utente
airfix
Moderatore
Messaggi: 1297
Iscritto il: 29 set 2011
Località: roma

Da fregio a fibbia

Messaggio da airfix » sab mag 06, 2017 8:10 pm

Della serie due piccioni con una fava, omaggio di cari e fidati amici, non tanto frutto di fantasia creativa quanto di esigenza bellica, posto questa cinta della Herr preda bellica partigiana e modificata di conseguenza. Il fregio, che dovrebbe essere un m36, misura 31 cm e' stato saldato sulla fibbia senza che sia stata bucata.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
128VAM
Messaggi: 340
Iscritto il: 16 mag 2012
Località: Rovigo

Re: Da fregio a fibbia

Messaggio da 128VAM » sab mag 06, 2017 9:40 pm

complimenti bella e particolare, proprio un bell'oggetto [264

Avatar utente
airfix
Moderatore
Messaggi: 1297
Iscritto il: 29 set 2011
Località: roma

Re: Da fregio a fibbia

Messaggio da airfix » sab mag 06, 2017 9:57 pm

128VAM ha scritto:complimenti bella e particolare, proprio un bell'oggetto [264
Ciao Paolo. Grazie. È veramente particolare.

Avatar utente
Andrea58
Amministratore
Messaggi: 1764
Iscritto il: 02 mar 2008
Località: Cuggiono-Lombardia

Re: Da fregio a fibbia

Messaggio da Andrea58 » dom mag 07, 2017 2:26 pm

L'uso delle spoglie di un nemico vinto è abbastanza comune ed in questo caso ne vediamo un esempio.
Però conoscendo le regole di ingaggio tedesche ti propongo una visione alternativa della cosa. Il proprietario l'ha fatto dopo la guerra oppure era uno con due palle così . [1495
Se eri partigiano in Russia e ti prendevano i tedeschi era la morte assicurata. Se ti prendevano con equipaggiamento tedesco ( anche se tu lo avessi trovato abbandonato) il ragionamento era che lo avevi rubato o avevi ucciso un soldato per appropriartene. Se ti beccava l'esercito eri fucilato senza processo ( speranza assurda in quel teatro bellico dopo lo scambio di cortesie tra Afolfino e Giuseppone) se invece ti beccava una delle innumerevoli formazioni di sicurezza la morte sarebbe stata una liberazione.
http://cesimmunizioni.eu
Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra.

Avatar utente
filo
Moderatore
Messaggi: 6323
Iscritto il: 02 apr 2010
Località: Tuscany (Italy)

Re: Da fregio a fibbia

Messaggio da filo » dom mag 07, 2017 3:20 pm

Non hai fatto vedere il retro , e sono curioso, la stella è stata applicata, forando la fibbia e agganciata per le linguette, o appiccicata sopra con una stagnatura?
Sii il vento, e non la foglia - С уважением, filo [hatt

Avatar utente
Andrea58
Amministratore
Messaggi: 1764
Iscritto il: 02 mar 2008
Località: Cuggiono-Lombardia

Re: Da fregio a fibbia

Messaggio da Andrea58 » dom mag 07, 2017 4:02 pm

filo ha scritto:Non hai fatto vedere il retro , e sono curioso, la stella è stata applicata, forando la fibbia e agganciata per le linguette, o appiccicata sopra con una stagnatura?
Ha detto che è stata saldate. Per altri versi mi interesserebbe conoscere i marchi della fibbia e del cuoio
http://cesimmunizioni.eu
Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra.

Avatar utente
filo
Moderatore
Messaggi: 6323
Iscritto il: 02 apr 2010
Località: Tuscany (Italy)

Re: Da fregio a fibbia

Messaggio da filo » dom mag 07, 2017 5:43 pm

Andrea58 ha scritto:
filo ha scritto:Non hai fatto vedere il retro , e sono curioso, la stella è stata applicata, forando la fibbia e agganciata per le linguette, o appiccicata sopra con una stagnatura?
Ha detto che è stata saldata.

E' vero, mi ero fatto prendere dalle immagini, senza leggere la prefazione di Airfix.
Comunque la cosa mi sembra assai strana, se non è stata forata la fibbia, la semplice saldatura la vedo come una cosa assolutamente instabile, vista la minima superficie di contatto, Io non credo che questa fibbia possa essere portata per reggere i pantaloni, ma la vedo più come un originale certamente, ma souvenir-collage, da vetrina.
Sii il vento, e non la foglia - С уважением, filo [hatt

Avatar utente
airfix
Moderatore
Messaggi: 1297
Iscritto il: 29 set 2011
Località: roma

Re: Da fregio a fibbia

Messaggio da airfix » dom mag 07, 2017 10:07 pm

La fibbia-fregio mi e' stata regalata da amici che conosco personalmente che stanno nel settore della militaria da molti anni di cui mi fido in modo fraterno e non ci ho pensato due volte a riportare quel che mi e' stato detto. O forse ho capito male io che come al solito mi faccio prendere dai facili entusiasmi. Pero' effettivamente a vederla bene sembra piu' un souvenir che un oggetto funzionale alla guerra, che poi quella del fronte orientale sia stata una guerra totale fuori dai canoni tradizionali dove ne succedevano di cotte, di crude e di assurde questo e' poco ma sicuro.
Dunque filo, il fregio e' fissato in modo incredibilmente saldo e che abbia potuto reggere agli urti ed i traumi di un uso bellico e' un ipotesi che puo' lasciare quantomeno perplessi, su questo hai ragione.
Andrea, questo e' il marchio che sta sulla cinta. Dove dovrebbe stare sulla fibbia?
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
filo
Moderatore
Messaggi: 6323
Iscritto il: 02 apr 2010
Località: Tuscany (Italy)

Re: Da fregio a fibbia

Messaggio da filo » dom mag 07, 2017 10:33 pm

airfix ha scritto:La fibbia-fregio mi e' stata regalata da amici che conosco personalmente che stanno nel settore della militaria da molti anni di cui mi fido in modo fraterno e non ci ho pensato due volte a riportare quel che mi e' stato detto. O forse ho capito male io che come al solito mi faccio prendere dai facili entusiasmi. Pero' effettivamente a vederla bene sembra piu' un souvenir che un oggetto funzionale alla guerra, che poi quella del fronte orientale sia stata una guerra totale fuori dai canoni tradizionali dove ne succedevano di cotte, di crude e di assurde questo e' poco ma sicuro.
Dunque, il fregio e' fissato in modo incredibilmente saldo e che abbia potuto reggere agli urti ed i traumi di un uso bellico e' un ipotesi che puo' lasciare quantomeno perplessi.
Andrea, questo e' il marchio che sta sulla cinta. Dove dovrebbe stare sulla fibbia?

Naturalmente io non intendevo dire un soprammobile, mi sono spiegato non bene, ma una cinta catturata sul campo, e modificata successivamente alla fine delle ostilità, per essere indossata dal veterano.
Il marchio sulla fibbia, se c'è deve essere sul retro.
Sii il vento, e non la foglia - С уважением, filo [hatt

Avatar utente
airfix
Moderatore
Messaggi: 1297
Iscritto il: 29 set 2011
Località: roma

Re: Da fregio a fibbia

Messaggio da airfix » dom mag 07, 2017 10:45 pm

filo ha scritto: Naturalmente io non intendevo dire un soprammobile, mi sono spiegato non bene, ma una cinta catturata sul campo, e modificata successivamente alla fine delle ostilità, per essere indossata dal veterano.
Il marchio sulla fibbia, se c'è deve essere sul retro.
Ti sei spiegato benissimo filo, e' un oggetto un po' strano ed e' molto probabile, anzi, a questo punto ne sono convinto, che la modifica sia post-bellica, ma che sia tutto originale, di questo, non ne ho mai avuto dubbio. Mo cerco il marchio sul retro della fibbia dove ho gia' dato un'occhiata ma senza risultati perche' non me la sono sentita di forzare nello spostare la cinghia nel timore di fare danni. Se non vedo niente guardo meglio domani con la luce del giorno.

Avatar utente
airfix
Moderatore
Messaggi: 1297
Iscritto il: 29 set 2011
Località: roma

Re: Da fregio a fibbia

Messaggio da airfix » dom mag 07, 2017 11:50 pm

Andrea58 ha scritto: Per altri versi mi interesserebbe conoscere i marchi della fibbia e del cuoio
Beccato pure il marchio sulla fibbia, se serve faccio foto migliori domani o il prima possibile alla luce del giorno.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Andrea58
Amministratore
Messaggi: 1764
Iscritto il: 02 mar 2008
Località: Cuggiono-Lombardia

Re: Da fregio a fibbia

Messaggio da Andrea58 » lun mag 08, 2017 8:11 am

Grazie Air, sia la cinta che la fibbia sono "buone" . La saldatura posso ipotizzare sia a stagno visto che altri metodi avrebbero rovinato gli smalti della decorazione.
Domanda che esula un poco ma non molto. Ma la decorazione sarà stata la sua? Mi sembra assurdo che uno rovini la sua decorazione per farlo e da qui la mia solita domanda assurda. Esistevano negozi dove poterne acquistare tipo l' Unione Militare qui in Italia?
http://cesimmunizioni.eu
Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra.

Avatar utente
airfix
Moderatore
Messaggi: 1297
Iscritto il: 29 set 2011
Località: roma

Re: Da fregio a fibbia

Messaggio da airfix » lun mag 08, 2017 10:57 am

Andrea58 ha scritto: Domanda che esula un poco ma non molto. Ma la decorazione sarà stata la sua? Mi sembra assurdo che uno rovini la sua decorazione per farlo e da qui la mia solita domanda assurda. Esistevano negozi dove poterne acquistare tipo l' Unione Militare qui in Italia?
Grazie a te Andrea, la decorazione in realta' e' un fregio da berretto in due parti (pre-war) abbastanza comune all'epoca, credo che a questi tipi di fregio venisse tolta la falce e martello quando un decorato di OPW perdeva la sua in oro, per sostituirla e non lasciarne l'ordine spoglio. Dovrei averne un paio.
Per i negozi non ti so rispondere.

Avatar utente
GC*
Moderatore
Messaggi: 2252
Iscritto il: 22 set 2012

Re: Da fregio a fibbia

Messaggio da GC* » lun mag 08, 2017 11:24 am

Allora allora allora, di queste se ne vedono davvero tante in giro.
Cominciamo da un dato di fatto, i due pezzi sono originalissimi. E cominciamo da una mia personale opinione: niente del genere è mai stato usato da un partigiano durante la guerra.
E vado ad elencare le ragioni per le quali pens questo:
1) vabbeh che i partigiani avevano effettivamente penuria di equipaggiamento, ma le cinture credo fossero uno degli elementi meno problematici da recuperare
2) ho visto fibbie tedesche riutilizzare semplicemente grattando via svastica, aquila e motto con una lama (appiattendo il metallo sostanzialmente, rendendo la fibbia anonima - l'utilizzo di materiale Tedesco era estremamente comune tra i partigiani, soprattutto stivali e vari elementi delle uniformi nazi [insieme con le armi] venivano riutilizzati in grandi quantità).
3) il fregio M36 a due pezzi era una cosettina ben rara durante la guerra: innanzitutto da regolamento pre-bellico era un fregio da ufficiali ed in secondo luogo, già nel '39 furono prodotte versioni a pezzo unico molto più largamente distribuite di quelle a costruzione multi-pezzo. Durante la guerra anche ufficiali di alto rango dell'RKKA finirono per vestire fregi non-textbook, a volte di qualità di molto inferiore rispetto a quelli che gli sarebbero spettati. In molto casi, un fregio del genere era un simbolo di status non indifferente (pensate che Tito per mesi ne vestì uno con grande orgoglio sulla sua titovka e che gli ufficiali partigiani yugoslavi si litigavano i pochi altri pezzi giunti a loro dai Sovietici). Quindi un ufficiale partigiano entrato in possesso di un fregio simile (ammesso che volesse correre il rischio di farsi beccare da un riflesso del sole sullo smalto vestendolo..) sicuramente non lo avrebbe sacrificato per un fibbia tedesca.
Io direi 100% "trench art" post-bellica (anche perché il fregio mi pare un tantino troppo integro per pensare che abbia veramente passato del tempo sulla cintura di un partigiano che strisciava tra buche, correva tra boschi e si arrampicava su pendii).

Visivamente molto significativo comunque ed originale in tutte le sue componenti - quindi un gran bel pezzo!

Avatar utente
airfix
Moderatore
Messaggi: 1297
Iscritto il: 29 set 2011
Località: roma

Re: Da fregio a fibbia

Messaggio da airfix » lun mag 08, 2017 11:52 am

Grazie Giovanni, aspettavo il tuo intervento. Pensavo che il fregio a due pezzi m36 fosse piu' comune e non fosse esclusivo per gli ufficiali di un certo rango (non ho studiato a fondo i tuoi fondamentali topic :oops: )
Addirittura gli ufficiali titini se lo litigavano! Non oso immaginare le scene. Ma le vostre osservazioni le trovo tutte giuste, in primis che se fosse stato usato in guerra il fregio sarebbe stato rovinato, poi come dice giustamente GC aveva tutto l'effetto contrario al mimetismo.
Magari se lo sono fatto per fare un figurone durante le parate celebrative. Boh.
Restera' un mistero. Pero' il concetto di Trench-Art mi piace.

Avatar utente
GC*
Moderatore
Messaggi: 2252
Iscritto il: 22 set 2012

Re: Da fregio a fibbia

Messaggio da GC* » lun mag 08, 2017 3:42 pm

airfix ha scritto: Pensavo che il fregio a due pezzi m36 fosse piu' comune e non fosse esclusivo per gli ufficiali di un certo rango (non ho studiato a fondo i tuoi fondamentali topic :oops: )
Ma figurati, non c'è niente da studiare! [264
Il fregio era relativamente comune, nel senso che parliamo di decine di migliaia di ufficiali - ma non di milioni di soldati. Durante la guerra i fregi Sovietici vennero utilizzati nelle maniere più disparate e non è infrequente vedere un M36 come il tuo vestito su una pilotka da un soldato (due errori - nel senso che quel fregio era per berretto e per ufficiali). Nelle specifiche condizioni della guerra, fregi come questo nn erano certamente frequentissimi e per questo dico che probabilmente non sarebbero finiti su una cintura preda bellica.

[00016009

Avatar utente
Dom
Messaggi: 1200
Iscritto il: 25 feb 2011

Re: Da fregio a fibbia

Messaggio da Dom » lun mag 15, 2017 6:45 pm

Typical JFS buckle with leather dated 41, I find the whole coherent
Good catch Marco [278

Avatar utente
airfix
Moderatore
Messaggi: 1297
Iscritto il: 29 set 2011
Località: roma

Re: Da fregio a fibbia

Messaggio da airfix » mar mag 16, 2017 9:08 am

Dom ha scritto:Typical JFS buckle with leather dated 41, I find the whole coherent
Good catch Marco [278
[278

Rispondi