Dalla cantina di un reduce del CSIR

Tutti le tematiche relative alla militaria URSS non trattate nelle altre stanze.
Avatar utente
Andrea58
Amministratore
Messaggi: 1764
Iscritto il: 02 mar 2008
Località: Cuggiono-Lombardia

Re: Dalla cantina di un reduce del CSIR

Messaggio da Andrea58 » dom lug 05, 2015 6:56 pm

Grazie delle scansioni complete. [264
http://cesimmunizioni.eu
Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra.

Avatar utente
airfix
Moderatore
Messaggi: 1283
Iscritto il: 29 set 2011
Località: roma

Re: Dalla cantina di un reduce del CSIR

Messaggio da airfix » lun lug 06, 2015 11:38 am

L'emozione era ben giustificata: tutto il materiale venne preso dal Ten, Alessandro Focanti che apparteneva allo 81° reggimento della Divisione Torino in cui presto' servizio mio zio ( http://www.regioesercito.it/reparti/fan ... ediv52.htm ), insieme hanno partecipato alla Battaglia delle Alpi ed alla occupazione della Jugoslavia, poi il CSIR. Mio zio venne reimpatriato dalla Russia nel gennaio del 1942 per congelamento ai piedi e fu convalescente nell'ospedale militare di Monselice, dopodiche' venne assegnato al controllo della linea di bunker che sta a sud di Roma e che avrebbero dovuto difenderla (zona Laurentina-Pontina-Ostiense, i bunker sono ancora ben visibili, ci abito vicino).
Il Ten. Alessandro Focanti continuo' la campagna russa ma non so fino a quando (avro' ulteriori informazioni ed ho chiesto al mio amico intermediario di mettermi in contatto diretto con il nipote). Mi e' stato detto che e' stato l'ultimo ufficiale italiano caduto in guerra e potrebbe essere vero, confermato da una ricerca online: ufficiale dell'87° reggimento che partecipo' alla guerra di liberazione (http://www.regioesercito.it/reparti/fan ... /rgt87.htm) cadde il 21 aprile 1945 dopo la battaglia dei tre fiumi (https://it.wikipedia.org/wiki/Battaglia_dei_tre_fiumi) (http://digilander.libero.it/mlodi/caduti_lista.htm).
Come avro' informazioni piu' precise le postero'.

Avatar utente
SergioV
Messaggi: 2265
Iscritto il: 24 ago 2013
Località: Sofia
Contatta:

Re: Dalla cantina di un reduce del CSIR

Messaggio da SergioV » ven lug 10, 2015 1:38 am

complimentoni Marco la collezione cresce sempre più con pezzi unici [264
Кто к нам с мечом придет тот от меча и погибнет

Avatar utente
Dom
Messaggi: 1200
Iscritto il: 25 feb 2011

Re: Dalla cantina di un reduce del CSIR

Messaggio da Dom » mar lug 14, 2015 4:10 pm

airfix ha scritto:il colbacco, al quale manca il distintivo, Ma credo che quello a due pezzi preso da GC tempo fa dovrebbe andar bene
Looks like a moujik hat in any case it is a beautiful set and a nice find, congratulations Airfix [264

mitridate
Messaggi: 3
Iscritto il: 27 giu 2016

Re: Dalla cantina di un reduce del CSIR

Messaggio da mitridate » gio giu 30, 2016 8:01 pm

Ciao il colbacco potrebbe essere delle truppe siberiane che combattevano a piedi e su sci.

Avatar utente
airfix
Moderatore
Messaggi: 1283
Iscritto il: 29 set 2011
Località: roma

Re: Dalla cantina di un reduce del CSIR

Messaggio da airfix » gio giu 30, 2016 8:34 pm

mitridate ha scritto:Ciao il colbacco potrebbe essere delle truppe siberiane che combattevano a piedi e su sci.
Ciao, se vuoi quando ho tempo posto foto piu' dettagliate del colbacco.

Avatar utente
airfix
Moderatore
Messaggi: 1283
Iscritto il: 29 set 2011
Località: roma

Re: Dalla cantina di un reduce del CSIR

Messaggio da airfix » mer ago 17, 2016 7:45 pm

Degli amici che ho avuto il piacere di ospitare pochi giorni fa mi hanno fatto notare che il colbacco potrebbe essere rumeno. La cosa mi sembra altamente probabile.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
GC*
Moderatore
Messaggi: 2252
Iscritto il: 22 set 2012

Re: Dalla cantina di un reduce del CSIR

Messaggio da GC* » dom ago 28, 2016 4:08 pm

airfix ha scritto: Degli amici che ho avuto il piacere di ospitare pochi giorni fa mi hanno fatto notare che il colbacco potrebbe essere rumeno. La cosa mi sembra altamente probabile.
Una nuova traccia! Molto interessante.
C'è un problema però, se il colbacco fosse Rumeno, potrebbero esserci dei problemi con la storia che chi te l'ha ceduto ti ha raccontato.
airfix ha scritto: C' e' una storia dietro al colbacco, chi mi ha ceduto il tutto ha raccontato che lo zio (un ufficiale) venne salvato da un suo soldato italiano che sparo' al cosacco mentre questi stava andando all'assalto all'arma bianca.
Chiaramente i Rumeni erano alleati dell'Asse, e quindi pure nostri. Per cui, o il colbacco non è rumeno, o il cosacco che tentò di affettare lo zio del tipo che te l'ha venduto aveva rubato il colbacco ad un soldato rumeno caduto (cosa che ritengo improbabile, anche perché che un cosacco andasse a preferire un colbacco rumeno al suo mi pare strano).

Che ne dici?

Avatar utente
airfix
Moderatore
Messaggi: 1283
Iscritto il: 29 set 2011
Località: roma

Re: Dalla cantina di un reduce del CSIR

Messaggio da airfix » dom ago 28, 2016 5:35 pm

La storia e' vera, proprio pochi giorni fa ho avuto la possibilita' di ammirare dal vivo la sciabola del cosacco, un autentico splendore marcato 1936 anche se priva della baionetta del moisin che alloggiava lungo il fodero. ora fa parte di un'altra collezione. Circostanze poco favorevoli non mi hanno permesso di farla mia. Del colbacco quindi opterei per la provenienza russa, quello che mi disse il mio amico lo prenderei solo come un "ragionevole dubbio".

Avatar utente
airfix
Moderatore
Messaggi: 1283
Iscritto il: 29 set 2011
Località: roma

Re: Dalla cantina di un reduce del CSIR

Messaggio da airfix » lun set 16, 2019 9:54 am

airfix ha scritto:
gio lug 02, 2015 7:34 pm
libretto Komsomol 1939
Lysenko Maria Efimovna, di Voronež

Rispondi